Tutelare l’ambiente è tutelare la propria salute

21.06.2018

di Teresa López

Ogni anno un numero crescente di individui inizia a prestare maggiore attenzione alle proprie abitudini di consumo, oltre a essere più consapevoli dell’impatto diretto che queste routine possono avere sul mondo e sulle loro vite. I cosidetti consumatori LOHAS (lifestyle of health and sustainability) cercano qualcosa in più nei loro acquisti, soprattutto valutando l’onestà, l’autenticità e coerenza nei principi dei marchi che supportano.

L’aumento di questo tipo di consumatori esigenti – circa il 20% della popolazione europea e il 25% del Nord America secondo lohas.se – spiega la crescente popolarità degli eco-prodotti in tutto il mondo. Abbiamo intervistato i responsabili di due catene di supermercati specializzate in questi prodotti – entrambi consumano EKOenergia – per conoscere le loro opinioni.

“Offriamo ai nostri clienti una gamma diversificata di prodotti di alta qualità, ecologicamente responsabili, organici ed equi”, afferma Johanna Koskinen, responsabile marketing della catena finlandese Ruohonjuuri. “La salute personale è uno dei maggiori motivi per scegliere prodotti ecologici.” In effetti, è dimostrato che più cibi o cosmetici sono al naturale, più ci guadagna la nostra salute.

Spiega che un’importante differenza che i loro negozi hanno con i comuni supermercati è la disponibilità del loro personale per rispondere a qualsiasi domanda dei clienti. “I clienti desiderano sapere dove, come e da chi è prodotto il loro cibo. Vogliono anche assicurarsi che non ci siano additivi o altre “cose nocive” nel loro cibo e nei loro prodotti cosmetici naturali. ”

Lo stesso accade nei negozi Ecorganic in Spagna. “Il nostro cliente medio è molto curioso”, afferma Pello Aizpuru, amministratore delegato di questa catena di supermercati biologici. “Logicamente chi paga di più, chi è preoccupato per la propria salute o l’ambiente, è anche più esigente”.

Mentre sempre più marchi iniziano a rendere il processo di produzione il più trasparente possibile – tra cui impatto ambientale, ripercussione sociale, sostanze chimiche utilizzate … – i consumatori iniziano a essere scettici sui marchi che ancora non lo fanno. Questo sta portando una nuova tendenza delle aziende alla ricerca di certificazioni indipendenti per mantenere la fiducia dei propri clienti.

Ruohonjuuri ed Ecorganic sono all’avanguardia in questo, offrendo nei loro negozi EKOenergy tra le altre etichette internazionali, come un’ulteriore azione per essere coerenti con la loro filosofia.

“Le etichette bio sono molto utili, ma la cosa più importante è che i consumatori sappiano cosa c’è dietro un’etichetta” dice Pello. “È importante che la persona che le gestisce lavori anche per educare i consumatori sulle minacce e soluzioni ambientali”.

Può essere sostenibile e a prezzi accessibili?

Molte persone credono che l’acquisto di prodotti con marchio ecologico sia molto più costoso di altri, quindi non fanno lo sforzo di cercare opzioni alternative al di fuori dell’ipermercato più vicino.

Pello Aizpuru ripete molto spesso che mangiare biologico, ad esempio, non è costoso. Secondo lui, il problema è che la nostra società è giunta a un malinteso nutrizionale.

“Se analizzi un carrello in un supermercato trovi spesso molti prodotti che non contribuiscono alla tua alimentazione: cola, biscotti industriali, latticini … Se fai un acquisto di prodotti biologici per nutrirti correttamente – basato sui legumi, con verdure e frutta fresca, ecc. – non è così costoso.

Oggi spendiamo eccessivamente in cose apparenti, come orologi o macchine, ma contiamo ogni centesimo quando si tratta di ciò che mangiamo, che è ciò che influenza la nostra salute.”

Johanna, da parte sua, offre questi due semplici consigli alle persone che cercano di passare a uno stile di vita più sostenibile: “Compra qualità – ma non comprare nulla di cui non hai bisogno – e non buttare mai via il cibo”.

EKOenergy condivide questo appello. Oltre a impegnarsi perche i consumatori siano più energeticamente efficienti il più possibile, e quindi che scelgano elettricità sostenibile al 100%, chiediamo anche loro di fare acquisti settimanali in modo responsabile e scegliere con consapevolezza.

Quando investiamo nel prenderci cura dell’ambiente investiamo nella nostra salute e viceversa. Ogni piccola scelta fa la differenza nel nostro pianeta e in noi stessi!